Ecologia

Se è uno sporco lavoro, qualcuno dovrà pur cambiarlo.

Oggi più che mai, industria e rispetto per l’ambiente non devono essere concetti in antitesi.
Leghe Leggere Lavorate combatte l’inquinamento grazie a un approccio razionale nei confronti delle tre principali problematiche intrinseche alla lavorazione meccanica: il reperimento di energia elettrica, lo smaltimento del materiale di scarto e il trattamento dell’olio.

Grazie al sole che splende sui tetti della nostra azienda, l’impianto fotovoltaico installato ci permette di utilizzare energia pulita per 120 kW.
Leghe Leggere Lavorate contribuisce così a ridurre l’uso dei combustibili fossili e quindi la produzione di CO2  .

Il materiale di scarto, risultato della lavorazione delle nostre materie prime, è composto di truciolo al quale viene riservata una cura pari, se non superiore, a quella destinata ai nostri prodotti: riciclato al 100%, centrifugato e lavato con un nuovo impianto di lavaggio Eco a circuito chiuso  che non utilizza trielina, DM Multisolvent 200, il nostro truciolo è così bello da poter essere venduto!

Il corretto trattamento e smaltimento dell’olio è un problema che non può essere sottovalutato. Ogni nostra macchina utensile è dotata di un aspiratore elettrostatico, che separa l’aria dall’olio nebulizzato in atmosfera. Il risultato? L’ambiente di lavoro è salubre e l’ambiente naturale è in salute.
Speciali armadietti impediscono ai vestiti puliti di venire in contatto con indumenti e  divise da lavoro e di portare olio fuori dalla fabbrica; gli stracci impiegati in officina vengono prima centrifugati e poi trattati da aziende specializzate nello smaltire l’olio residuo.

L’igiene è al primo posto: Leghe Leggere Lavorate non assomiglia a un’officina meccanica tradizionale. Ordine, pulizia e basso rumore caratterizzano un ambiente lavorativoproduttivo perché vivibile. Il pavimento viene lavato regolarmente, e l’acqua residua è raccolta e consegnata a società specializzate.

Un’azienda che affonda nel passato le radici tecnologiche del suo futuro non può che guardare con favore verso un’abitudine propria dei nostri genitori: riparare tutto ciò che è recuperabile è pressoché d’obbligo, per questioni che esulano dalla cultura del risparmio avaro ma che parimenti si discostano da una pratica consumistica che fa dello spreco immotivato il suo cardine.

Un ulteriore contributo che Leghe Leggere Lavorate vuole dare all’ambiente e alle popolazioni meno fortunate si concretizza nella presenza, all’interno di macchine ristoro e dispenser, di prodotti dell’economia solidale.