FAQ

Lavorate solo leghe d’alluminio?
A differenza da quanto la nostra ragione sociale possa erroneamente far pensare, ogni materiale ferroso o non ferroso che si presti alla lavorazione per asportazione di truciolo è per noi una possibile materia prima.
Siamo comunque specializzati nella lavorazione di materiali particolarmente ‘tenaci’ e ‘ostici’ nella lavorazione.

Avete esperienza quindi nella lavorazione del titanio, e in quale grado?
La nostra esperienza con questo materiale, in ogni gradazione, è ormai decennale. Abbiamo intrapreso circa una quindicina di anni fa la produzione di componenti dedicati al mondo medicale e questo ci ha portato ad acquisire un Know-how sulla lavorazione del titanio che pensiamo poche altre realtà possiedano.

Quali sono i diametri che siete in grado di lavorare?
Lavoriamo barre di diametro minimo di 1mm ad un massimo di 25,4mm. Possiamo arrivare anche a diametro 42mm ma solo sui 2 centri di lavoro che utilizziamo per la produzione di particolari di una certa complessità tecnologica.
Siamo anche in grado di lavorare barre esagonali o quadrate i cui vertici siano inscritti nei diametri sopra riportati.

Quali tipologia di macchine utilizzate?
L’80% del nostro parco macchine è composto da torni a CNC a fantine mobili mono mandrino il restante sono dei CNC a testa fissa.

Siete attrezzati per piccole, medie o grandi produzioni?
E’ molto difficile per noi intuire quale sia per un potenziale cliente le sua idea di piccola,media o grande serie. Per evitare quindi fraintendimenti, cerchiamo sempre di valutare caso per caso.

E’ possibile realizzare delle campionature?
Per noi la campionatura di alcuni particolari è parte integrante di un ordine, forniamo quindi ai nostri clienti un numero concordato di pezzi che utilizzerà per prove e verifiche meccaniche, e solo dopo il suo benestare verrà completata la produzione di tutto il lotto.

Effettuate dei controlli internamente?
Il nostro reparto di controllo è il fiore all’occhiello dell’azienda, avendo investito molto sulla qualità del prodotto finale. I controlli vengono eseguiti secondo norma ISO, a campione. Per esigenze particolari possono essere richiesti anche controlli più sistematici fino ad arrivare al controllo al 100% come avviene per il settore medicale.

Quali strumenti utilizzate per il controllo?
Gli strumenti variano dai più comuni calibri, micrometri e tamponi ecc.ecc., ai più sofisticati strumenti metrologici, quali: strumenti ottici digitali e una macchina di misura tridimensionale a controllo numerico (DEA). Tutte le quote rilevate, sia manualmente che in automatico, vengono inserite all’interno del nostro DataBase e sono in grado di fornirci un’analisi statistica del processo produttivo (CP, CPK, gaussiane, ecc.). Attraverso un software tutti i dati vengono successivamente archiviati per lotto di produzione, così da garantire una rintracciabilità di quanto prodotto.

 Tutto il processo produttivo avviene al vostro interno?
Per quanto riguarda da ‘Divisione Medicale’, per nostra scelta abbiamo preferito che la totalità del processo produttivo (dalle barre al ‘sottovuto’), avvenisse all’interno della nostra azienda. Per la ‘Divisione Industria’, ci affidiamo ad aziende esterne per quanto riguarda le finiture superficiali ed eventuali processi termici. Questi fornitori sono comunque tenuti a certificare la qualità del lavoro da loro svolto.

Fornite consulenza in fase di progettazione?
Il nostro ufficio tecnico e i nostri tecnici-commerciali sono a vostra disposizione per qualsiasi suggerimento.