Gennaio 22 2021

LEGHE LEGGERE LAVORATE: STORIA DELLA NOSTRA MEDICAL DEVICE COMPANY CHE NON SI È ARRESA DURANTE L’EMERGENZA COVID-19

La nostra medical device company,  prima in Italia nella produzione di componentistica
per la chirurgia ortopedica e l’implantologia dentale, annuncia l’ampliamento degli spazi produttivi e l’incremento delle risorse umane.

Medical device company: Leghe Leggere cresce nonostante la pandemia

In questo momento di grande difficoltà sanitaria e anche economica, il mondo delle imprese medicali sta subendo innumerevoli cambiamenti e grandi perdite. Esistono, però, delle realtà imprenditoriali nel settore medicale che hanno avuto la forza, l’impegno e anche il privilegio di mantenere la propria stabilità e portare avanti i progetti prefissati.

Una di queste storie positive arriva dalla nostra medical device company, Leghe Leggere Lavorate, prima azienda italiana specializzata nella produzione di componentistica per la chirurgia ortopedica, veterinaria e l’implantologia dentale.

Durante tutto il periodo di emergenza fino ad oggi, la nostra medical device company non si è mai fermata e ha sempre supportato con efficienza il settore medico e ospedaliero con una produzione attiva e puntuale. Il tutto è stato attuato mettendo in atto le misure di prevenzione per i nostri dipendenti e creando ogni giorno un ambiente di lavoro sicuro.

 

Il ruolo delle medical device company nei primi mesi della pandemia

Questo ha permesso, all’inizio della pandemia nel marzo 2019, alla nostra medical device company di scendere anche in campo per aiutare le aziende produttrici di ventilatori polmonari con il proprio contribuito produttivo e tecnologico.

Un’azione particolarmente voluta e sostenuta con entusiasmo e impegno da tutti i collaboratori, in modo ancora più forte e diretto quando il General Manager della fabbrica 2 a San Marino e tutta la sua famiglia sono risultati positivi al virus.

Il tutto è stato fatto senza mai dimenticare e mettere in disparte, ma al contrario lavorando per questo, il piano di sviluppo della nostra medical device company che è stato predisposto prima dell’emergenza e che non ha mai subito ripensamenti o necessità di rallentamento.

Il progetto della nostra medical device company prevede l’ampliamento più che triplicato degli spazi produttivi e l’incremento delle risorse umane di almeno 60 persone, potendo quindi contare su una forza totale di circa 150 persone estremamente preparate, con l’obiettivo di collocarsi in posizione di leadership europea in qualità di produttore di dispositivi medici in OEM.

 

Medical device company con 2 nuovi stabilimenti italiani

In particolare, la sede di Buccinasco della nostra medical device company si sta già ingrandendo con l’annessione di due stabilimenti adiacenti. Lo sviluppo della struttura consentirà di gestire in modo sempre più veloce e funzionale tutte le fasi di attività dell’azienda che comprendono Ricerca e Sviluppo, Produzione, Finiture e Packaging.

 

La nostra medical device company si distingue nel mercato italiano del dispositivo medico impiantabile per il suo modello di unicità, in grado di fornire un servizio completo, potendo contare su una verticalizzazione di tutti i processi necessari alla realizzazione del componente (impiantabile o strumentario) al suo interno, senza dover ricorrere a fonti esterne, quindi garantire efficienza in termini di costi e tempo.

Con il nuovo piano di sviluppo, tale servizio verrà ulteriormente implementato anche grazie all’incremento delle risorse umane che rappresenterà non solo un benefit per la nostra medical device company, ma anche una possibilità sociale in questo momento di crisi.